Il picco è stato registrato nel 2011 con 570 esposti

“Puzze” a Torino: presentate 1.741 denunce in 7 anni all’Arpa

Dal 2010 al 2016 le segnalazioni per il cattivo odore dell'aria sono state 10 volte superiori rispetto a quelle per l'abbandono dei rifiuti

"Puzze" a Torino: presentate 1.741 denunce in 7 anni all'Arpa

Riguarda i cattivi odori nell’aria il 40% degli esposti ricevuti negli ultimi 7 anni da Arpa per l’area metropolitana di Torino. Dal 2010 al 2016 – riporta sul suo sito l’agenzia regionale per la protezione ambientale – i cittadini hanno denunciato 1.741 casi di “puzze“, tre volte le segnalazioni per l’amianto o rumori e vibrazioni, dieci volte quelle relative all’abbandono di rifiuti.

PICCO DI ESPOSTI REGISTRATO NEL 2011
Il picco di esposti è stato registrato nel 2011, con 570 segnalazioni; nell’ultimo anno il numero è sceso a 114. Se si estende la casistica a tutto il Piemonte, è stato invece il 2015 l’anno di maggiori contatti con Arpa per le “puzze”, 771, mentre il 2016 è stato quello con maggiori segnalazioni complessive per tutte le tematiche, 7.376 nella regione, dei quali 675 per i cattivi odori.

ARPA ALLESTICHE LABORATORIO OLFATTOMETRICO
L’Arpa ha allestito dal 2013 un laboratorio olfattometrico per “determinare la concentrazione di odore e ha introdotto nel laboratorio chimico uno strumento per la caratterizzazione delle sostanze odorigene a basse concentrazioni”.

 

loop-single