Aumentano furti, scippi e rapine: Torino peggio di Napoli e Palermo

Complice quasi certamente la crisi economica, i reati in Italia, dopo tre anni di flessione, tornano a crescere: nel 2011 sono ammontati a 2,76 milioni contro i 2,62 del 2010, con una crescita del +5,4%. E’ quanto emerge dall’elaborazione pubblicata oggi su Il Sole 24 Ore sulla base degli ultimi dati del ministero dell’Interno sui delitti denunciati dalle forze di polizia all’autorità giudiziaria.

In particolare, i furti nelle abitazioni sono aumentati del 21%, arrivando a quota 205 mila; crescita analoga per le rapine, soprattutto ai negozi, che ammontano a oltre 40 mila. I Borseggi sono stati 134 mila, gli scippi, quasi 17.700, sono saliti rispettivamente del 16% e del 24%. Milano ha la più alta incidenza di reati in rapporto alla popolazione: 7.360 ogni 100 mila abitanti, ed è prima per volumi, seguita da Roma. Napoli è invece al primo posto per le truffe (353 ogni 100 mila abitanti) e per le rapine (270 ogni 100 mila persone); negli scippi è invece seconda solo a Catania (quasi 100 ogni 100 mila persone) che svetta anche per furti di autovetture.
La piaga dei borseggi, infine, colpisce soprattutto Genova, Bologna, Milano e Rimini mentre le abitazioni più visitate dai ladri sono a Lucca, Pisa e Pavia. Lo scorso anno ha chiuso quindi praticamente vicino al livello del 2006, prima che nel 2007 si sfiorasse il picco dei tre milioni. Poi però si erano registrate delle diminuzioni: -7,6% e -3% rispettivamente nel 2008 e nel 2009, seguiti da un calo assai più modesto nel 2010: -0,3%

Torino è la terza provincia italiana per reati denunciati. Lo afferma uno studio pubblicato oggi dal quotidiano “Sole 24 Ore” relativo al 2010 e al 2011. Torino, con i suoi oltre 155 mila casi, è preceduta soltanto da Milano (294 mila) e Roma (257 mila) ed è davanti a Napoli (133 mila) e Palermo. Nella classifica sull’incidenza delle denunce rispetto alla popolazione, Torino è al quarto posto: ce ne sono 6.763 ogni centomila abitanti.

Quanto alle altre province piemontesi, Novara è venticinquesima con 4.629 denunce ogni centomila abitanti; seguono al 27/o posto Alessandria (4.518), al 50/o Asti (3.870), al 52/o Biella (3.821), al 53/o Vercelli (3.818), al 77/o il Vco (3.251), all’86/o Cuneo (3.037).
Novara è decima per incremento delle denunce: la variazione é stata del 10,8%. Cuneo, invece, è la prima città piemontese che compare nella sezione dedicata ai crimini in calo: è quindicesima con un -0,1%.

 

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single