Grande successo per il Gold Talent

Sconfinare dalla musica è stata una bella esperienza, partecipare in giuria a Gold Talent, Concorso Nazionale dello Spettacolo, organizzato da “La mise en scène” di Silvia Crisà, dove tutte le discipline artistiche sono protagoniste, non solo musica quindi, canto, danza, recitazione, teatro fisico e arte di strada. Una kermesse di veri talenti – scrive Ezio Baldi di Radio EmerGeNti web, autore di questa recensione –  a partire dai più piccoli, tutti molto impegnati e professionalmente preparati. Indipendentemente dalla classifica finale, mi hanno colpito tre esibizioni.

L’Associazione Culturale Grandangolo con lo spettacolo “Favola di Amore e Follia” brano anonimo arrangiato per l’occasione dall’attrice che lo ha interpretato, Elena Alessandra Zo, mentre l’accompagnamento musicale all’arpa è stato di Alessandra Franco con un brano jazz di Pearl Chertok “Harpicide at midnight”, scenografia di Daniela Montrucchio. L’atmosfera creata rispecchiava non solo l’alta professionalità, ma la genialità e fantasia; una favola-sogno ad occhi aperti che ha catturato tutti, permettendoci di mettere in movimento tutti i sensi… mancava soltanto l’olfatto, ma con l’immaginazione tutto si può sentire.

http://youtu.be/Rl9x2m53oLs  

Vitaminaec, Claudia Pulli e Nicolò Lo Cicero, nasce per l’amore delle bolle di sapone, come scrivono sul loro sito, fanno spettacoli per bambini, ma anche i grandi restano a bocca aperta ed è fantasticamente vero! Personalmente ho vissuto i minuti della loro esibizione, tornando bambino, lasciandomi alle spalle ogni tipo di problematica, il mio pensiero è stato catturato dalle splendide forme delle “Mille bolle” del loro spettacolo. Descrivere quello che ho vissuto non rende grazie ai Vitaminaeci, indispensabile guardare il loro video.

http://www.youtube.com/watch?v=rJQ0NdRHcNk  

Marco Romano, ci ha riportato, ma in modo moderno, agli anni ruggenti ’30, anche se le origii del Tip Tap risalgono tra il 1700 e il 1800, quando gli schiavi africani delle piantagioni svilupparono un tipo di danza ricollegabile al loro “juba”, proprio il Tip Tap. Non solo danza, perché nel Tip Tap c’è un vero e proprio strumento musicale, proprio sotto le scarpe del ballerino; nel caso di Marco Romano il connubio tra danza, musica e ritmo è stato coinvolgente, pur mantenendo una leggerezza armonica.

Bravi tutti i partecipanti, bravi nel loro impegno artistico. Gold Artist avrà una seconda edizione in autunno, sono già aperte le iscrizioni alle selezioni. Chiunque desideri cimentarsi nella propria disciplina artistica dello spettacolo, può farlo contattando Silvia Crisà de “La mise en scène” www.lascene.it  – info@lascene.it  – 339 5394962 .

 

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single