IL VERDETTO DELL'URNA

Ballottaggi: il centrodestra conquista Rivoli. Chieri, Settimo, Giaveno e Beinasco vanno al centrosinistra

Cambia la geografia politica del Piemonte, in particolare nel Nord Est della regione. Dopo Novara (conquistata nel 2016) anche Vercelli e Biella passano al centrodestra a trazione leghista

Ballottaggi: il centrodestra conquista Rivoli. Chieri, Settimo, Giaveno e Beinasco vanno al centrosinistra

Cambia la geografia politica del Piemonte. In particolare nello spicchio nord est della regione, zona fino a tre anni fa dominata dalle amministrazioni di centrosinistra ed oggi passata al centrodestra (a guida leghista). Dopo Novara (già conquistata nel 2016) anche Vercelli e Biella passano dunque all’area un tempo denominata Popolo delle libertà.

BIELLA AL CENTRODESTRA, VERBANIA AL CENTROSINISTRA
“Resiste”, in quest’angolo di regione, solo Verbania, dove il sindaco dem Silvia Marchionini riesce nella difficile impresa di rimontare e battere lo sfidante Giandomenico Albertella, per appena 170 voti. A Biella, invece, dove il Pd era rimasto fuori dai giochi fin dal primo turno, il ballottaggio ha premiato Claudio Corradino, candidato di Lega, Fi, FdI e una lista civica, contro lo sfidante ed ex forzista Dino Gentile, sostenuto da liste civiche.

A VERCELLI CORSARO “SCALZA” FORTE (PD)
A Vercelli Andrea Corsaro scalza il primo cittadino uscente Maura Forte (centrosinistra) e si accomoda sulla poltrona più importante di palazzo civico. Per l’esponente del Pd si tratta di una batosta vera e propria visti i dieci i punti di distacco (54% contro 45%) che hanno scritto la parola fine alla sua breve esperienza al governo della città.

A GALLIATE VINCE LA LEGA
A Galliate, nel Novarese, ha vinto il leghista Claudiano Di Caprio, esponente della giunta uscente e sostenuto anche da Fratelli d’Italia e dalla lista “ufficiale” di Forza Italia. L’altro spicchio per così dire “non ufficiale” del partito del Cavaliere si era invece affiancato al centrosinistra, a sostegno della candidatura di Emanuele Zuin, manager d’impresa 57enne, uscito poi sconfitto dal ballottaggio.

SORPRESA A RIVOLI: LA SPUNTA TRAGAIOLI
Negli altri 11 comuni piemontesi con popolazione superiore a 15 mila abitanti, 5 vanno al centrosinistra, 4 se li aggiudica la coalizione di centrodestra e due alle civiche. In particolare, nel torinese, il centrosinistra (che candidava Emanuele Bugnone) perde, un po’ sorpresa  una delle sue storiche roccaforti, Rivoli, passata, dopo trent’anni, al centrodestra (nuovo sindaco: Alberto Tragaioli). A Settimo Torinese invece, la spunta Elena Piastra (centrosinistra) contro lo sfidante del centrodestra Antonio Mencobello. Stesso copione a Chieri dove il centrosinistra vince con Alessandro Sicchiero contro Claudio Campagnolo.

BEINASCO E PIOSSASCO AL CENTROSINISTRA
Sempre nel torinese, Beinasco sarà guidato dal sindaco di centrosinistra, Antonella Gualchi che batte Daniel Cannati del centrodestra. Al centrosinistra va anche Piossasco con Pasquale Giuliano che ha sconfitto Claudio Gamba. A Giaveno si riconferma sindaco Carlo Giacone (sostenuto da una lista civica di centro), che ha superato Stefano Tizzani, sostenuto da Forza Italia ma non dalla Lega. A Leinì hanno vinto le civiche di area centrodestra: Renato Pittalis, che ha battuto Gabriella Leone, è il nuovo sindaco.

A RIBORDONE VINCE IL PIU’ ANZIANO
A dir poco insolito il risultato finale di Ribordone, dove il sindaco uscente Guido Bellardo Gioli della lista “Riburda”, si aggiudica il ballottaggio contro Paolo Giovanni Chiolerio, della lista “Montagne e aquila”, per…anzianità. Al primo turno i due candidati avevano ottenuto 19 voti a testa. La situazione di assoluta parità si è ripetuta anche al ballottaggio (21 voti per tutti e due). La legge per l’elezione del sindaco nei comuni sotto i 15mila abitanti parla chiaro: “in caso di ulteriore parità viene eletto il più anziano di età”. E Gioli, più vecchio del suo sfidante, ha potuto così tenersi la fascia tricolore.

IL VOTO NEL CUNEESE
In provincia di Cuneo a Bra, l’ha spuntata Gianni Fogliato (centrosinistra), che ha superato Annalisa Genta (centrodestra) mentre a Fossano, da 25 anni roccaforte del centrosinistra, Dario Tallone (centrodestra) ha conquistato la poltrona di primo cittadino battendo Paolo Cortese.

NOVI LIGURE AL CENTRODESTRA
Nell’Alessandrino, infine, si è votato a Novi Ligure, dove ha trionfato Gian Paolo Cabella (centrodestra), che con il 51,2% delle preferenze, ha battuto il sindaco uscente Rocchino Muliere (centrosinistra).

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single