SANREMO NEL CAOS

Cacciate il rapper che insulta le donne

Tutti contro Cally - La Bellucci dà forfait - Chiambretti: «Basta che se ne parli»

Junior Cally

Per capire esattamente di cosa si stia parlando, basta riprendere alcuni passaggi di uno dei brani più famosi di Junior Cally, alias Antonio Signori, ovvero il rapper (mascherato) della grande discordia sanremese scelto da Amadeus fra i 24 Big in gara. Lei si chiama Gioia, ma beve poi ingoia/ Balla mezza nuda, dopo te la dà/ Si chiama Gioia perché fa la trxxa/ Sì, per la gioia di mamma e papà/ Questa frate non sa cosa dice/ Porca trxxa, quanto caxxxo chiacchiera?/ L’ho ammazzata, le ho strappato la borsa/ C’ho rivestito la maschera“, recita “Strega”. Carta… canta.

Non ci sono molti margini di discussione, e hanno più di una ragione le 29 deputate che hanno chiesto l’esclusione del cantante dal festival, in quanto i suoi testi sono “pieni di violenza, sessismo e misoginia”, pesantemente appoggiate dal ministro degli Interni Matteo Salvini che non aspettava altro pur di attaccare Sanremo dopo il caos del finale dello scorso anno e la bagarre tra Ultimo e Mahmood. Ma anche il presidente della Rai, Marcello Foa, ne ha chiesto l’esclusione. A due settimane esatte dall’inizio della 70esima edizione del concorso canoro più famoso d’Italia, il neo direttore artistico Amadeus ha poco di cui gioire dato che tutto nasce da una sua evidente gaffe nella scelta dei concorrenti. E c’è di più, presto si vedrà costretto a rivedere molto del suo copione che, a tavolino, era apparso perfetto con tanto di Fiorello e Tiziano Ferro a dargli manforte ogni sera, per non parlare delle dieci ragazze che si alterneranno sul palco. Se Cally sarà fatto fuori, come spera la maggior parte dell’opinione pubblica e i tanti Vip che si sono espressi attraverso i social (da Michelle Hunziker a Red Ronnie), ieri è arrivato il forfait di Monica Bellucci due giorni dopo il rifiuto di Salmo, l’altro super ospiti. «Chi mi vuole vedere potrà venire a San Siro il 12 giugno», ha detto attraverso il web il cantante rivelazione degli ultimi tempi senza riferirsi a nessun tipo di polemica. Così come la bella attrice che ha a sua volta spiegato all’Ansa quanto la sua non sia stata assolutamente una reazione alle polemiche sessiste ma un problema di cause maggiori.

«Il signor Amadeus ed io ci siamo incontrati mesi fa ipotizzando un progetto insieme. Purtroppo per cause maggiori non siamo riusciti nel nostro fine. Auguro un bel Festival a lui e al suo team e spero in un’altra possibilità nel futuro».

Polemiche politiche, forfait dei Vip. Ma davvero tutto questo “è Sanremo”?

«A essere sincero non sto seguendo con molta attenzione ciò che sta accadendo – ha spiegato Piero Chiambretti, conduttore torinese del Festival di Sanremo nel 1997, 2001 e 2008, con un intermezzo al DopoFestival nel 1998 – sono preso dalla scaletta della trasmissione di domani (“CR4 – La Repubblica delle Donne”, ndr). Detto questo, io credo che la polemica faccia sempre bene al festival, è la fortuna del festival che altrimenti si ridurrebbe semplicemente a una sequenza di canzoni con il rischio di risultare noioso. Gli stessi organizzatori lo sanno bene».

Sarà, ma forse questa volta si è andati un po’ oltre tanto da scomodare la politica romana. «Da due giorni si odono strepiti e grida contro un cantante rapper, Junior Cally, autore di testi poco o per niente in linea con la lirica dei trovatori. Testi che sciolgono inni alla violenza contro le donne, una violenza esibita da un rapper che, per un sussulto di pudore, pare si presenti sempre dietro una maschera. Sia chiaro, mi associo allo sdegno di quanti chiedono alla Rai di bandire un tale cantautore dalla manifestazione canora per antonomasia. Però, a tanti miei colleghi mi permetto un consiglio: non esageriamo con lo sdegno. Il fatto che Cally dia forma e contenuto a un fiume di violenza dovrebbe farci riflettere e magari possiamo porci qualche domanda» ha fatto sapere Osvaldo Napoli del direttivo di Forza Italia alla Camera. Magari la stessa domanda che si è posta Francesca Sofia Novello, la modella fidanzata di Valentino Rossi («bella e sa stare un passo indietro al suo uomo» ha osato commentare il solito Amadeus) la quale ha, infine, preferito lasciare perdere e non infiammare ulteriormente gli animi di questa brutta pagina di pre festival.

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single