Una vittima costretta ad assumere il suo aguzzino

Caluso, arrestata coppia di usurai: prestavano denaro con tassi del 300 per cento

Nel mirino piccoli imprenditori, pensionati e soggetti in difficoltà: sequestrati cinque appartamenti e decine di migliaia di euro

(foto: Depositphotos)

Prestavano denaro con tassi d’interesse del 300 per cento annuo, soprattutto a piccoli imprenditori, pensionati con difficoltà nel provvedere alle spese mensili, o ancora a soggetti in crisi.

Una coppia di Caluso, un uomo di 50 anni e la compagna dipendente presso una casa di riposo, è stata arrestata dagli operatori della guardia di finanza di Ivrea. Lui è stato portato in carcere, a lei è stato notificato il divieto di avvicinarsi alle vittime.

Sequestrati nel corso dell’operazione cinque appartamenti nelle disponibilità della coppia a Caluso, 300mila euro depositato sui conti correnti e altre migliaia di euro in contanti, assegni e cambiali trovati in casa al momento del blitz.

I prestiti a tassi usurari venivano fatti in contanti, sia presso l’abitazione dei due o delle vittime, sia presso luoghi pubblici come i caselli dell’autostrada Torino-Milano. Addirittura un taglieggiato era stato costretto ad assumere fittiziamente il 50enne presso la sua agenzia di viaggi, per consentirgli di giustificare l’origine dei proventi dichiarati.

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single