IL GUEST DIRECTOR

C’è Verdone, il Tff è un sacco bello

L’attore romano scelto al fianco della Martini: «Un vero piacere stare al Festival»

Una risata ci salverà. Se il sistema cinema torinese, e nella fattispecie il Museo della Mole, piange in seguito al caos dovuto all’addio del presidente Sergio Toffetti cui proprio non è andata giù la nomina a direttore di Domenico De Gaetano, il Tff ci mette una pezza rinviando il tutto al dopo rassegna e sdrammatizzando grazie all’arrivo provvidenziale di Carlo Verdone. Sarà proprio il comico romano, infatti, a prendere le redini del Torino Film Festival, dal 22 al 30 novembre, al fianco della direttrice ufficiale Emanuela Martini, come Guest Director, quel direttore “speciale”, cui spetta da qualche anno a questa parte il compito di portare un tocco di glamour alla rassegna. E stavolta non si scherza, anzi sì, perché la Torino del cinema, finalmente, potrà vivere in tutta leggerezza la sua settimana più importante grazie alla simpatia e alla preparazione di un attore, sceneggiatore e regista come Carlo Verdone.

+++ CONTINUA A LEGGERE IL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single