MONDO JUVE

Chiellini e Buffon: i senatori Juve verso il rinnovo

Un anno in più

Buffon (Depositphotos)

Giocare d’anticipo è sempre stata la filosofia che ha regolato la Juventus in tutti gli ambiti. A maggior ragione, in questo momento di pausa forzata, l’immobilismo potrebbe costare caro – anche in termini economici – alla società presieduta da Andrea Agnelli.

RINNOVI IN VISTA

Molto è già stato fatto nei mesi scorsi quando la società di via Druento aveva prolungato i contratti di Juan Cuadrado prima – accordo con il colombiano fino al 2022 -e poi con Szczesny: il portiere polacco che nei giorni scorsi ha manifestato dai propri profili social tutto il suo amore per l’Italia, l’11 febbraio scorso aveva prolungato il suo rapporto con la Juventus fino al 30 giugno 2024. E proprio a proposito di 30 giugno, il prossimo, quello che potrebbe vedere impegnati – coronavirus permettendo – ancora le squadre in campo tra campionati e coppe europee ad aver costretto i bianconeri ad accelerare sulle questioni lasciate in sospeso. Una di queste, porta il nome e la faccia di Gianluigi Buffon: «Vado avanti, fino a quando me la sento», aveva detto solo qualche giorno fa il portierone bianconero ospite alla trasmissione di “JTv” “A casa con la Juve”.

Sì, perché la Juventus, appunto, dopo l’anno trascorso a Parigi nelle fila del Psg, è tornata a essere a tutti gli effetti la casa del 42enne ragazzone di Massa Carrara. Buffon, e lo ha dimsotrato anche scendendo in campo nonostante qualche sbavatura, si è dimostrato sempre all’altezza della situazione e sia Agnelli sia Paratici non hanno nessuna remore a prolungargli il contratto fino al 2021. Nel mirino ci sono vittorie di squadra e record personali da raggiungere, come quello di presenze nella massima serie eguagliato ma non ancora superato.

DA UN CAPITANO ALL’ALTRO

La dirigenza è dunque pronta a blindare lo zoccolo duro. Per questo nei prossimi giorni, una volta uscito dall’isolamento della sua camera d’albergo al “J Hotel”, Giorgio Chiellini – il suo contratto scade il prossimo 30 giugno – prolungherà per una stagione ancora il suo rapporto con la Vecchia Signora. I suo eredi designati, la Juve li ha già in rosa e sono De Ligt e Demiral, ma la leadership in campo e nello spogliatoio di Chiellini sarà fondamentale per conquistare nuovi trofei, soprattutto nei momenti di difficoltà. Infine capitolo Matuidi. Il contratto prevedeva un’opzione per un altro anno che la Juventus ha esercitato. «Sono contento di continuare per un altro anno, non ci sono mai stati dubbi perché ho sentito la fiducia e la mia famiglia si trova bene qui», annunciava il francese – ora alle prese con il coronavirus – poche settimane fa. Quando ancora le strette di mano erano consentite.

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single