Il fatto sarebbe accaduto durante la protesta per lo sfratto di una famiglia nigeriana

Consigliera M5S denuncia: “Aggredita da poliziotti in borghese”. Rischia la querela per calunnia

La replica del sindacato Sap: "La signora non ha nulla da temere. Siamo tutori della legalità, non minacciamo e non arrechiamo male alla gente"

La consigliera Emanuela Furcolo

Protesta per lo sfratto di una famiglia nigeriana e querela i poliziotti che l’allontanano. Protagonista della vicenda, verificatasi lo scorso 21 novembre a Torino, è Emanuela Furcolo, consigliera pentastellata della circoscrizione 5. Su Facebook la donna denuncia di essere stata “aggredita, minacciata e insultata da poliziotti in borghese solo per aver fatto una domanda”, e scrive di avere “sporto querela”. Ora rischia però una querela per calunnia.

LA REPLICA DEL SAP
“Vorrei tranquillizzare la signora, dicendole che non ha nulla da temere. Noi siamo tutori della legalità, non minacciamo e non arrechiamo male alla gente – dice Stefano Paolo, segretario generale del sindacato Sap – Sicuramente interrompere un’operazione o un fermo di polizia, non è del tutto opportuno”. In occasione dello sfratto, nel quartiere Barriera di Milano, tre agenti rimasero lievemente feriti perché picchiati dagli occupanti. Una cittadina nigeriana di 46 anni venne arrestata e il figlio, di 17 anni, denunciato.

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single