IL RETROSCENA Gli organizzatori incontrano Cirio e Tronzano

Così Torino può perdere il suo Salone dell’Auto: Milano e Monza in pole

Lo strappo per i costi e i continui attacchi 5 Stelle. Il Comune si giocherà la carta delle Atp di Tennis

La decisione definitiva verrà presa entro la prossima settimana, tanto che il patron Andrea Levy, pur senza sbilanciarsi, ammette che una comunicazione ufficiale sarà a breve affidata a un comunicato. Ma la sensazione è che questa volta Torino possa davvero perdere il Salone dell’Auto “Parco Valentino”. Kermesse mai troppo amata, sempre al centro delle polemiche, e che l’anno prossimo potrebbe trasferirsi armi e bagagli a Milano, in sinergia con l’autodromo nazionale di Monza. Uno scenario che lo stesso Levy ha prospettato al presidente della Regione Alberto Cirio e al suo assessore alle Attività Produttive Andrea Tronzano in un incontro che si è tenuto martedì all’ora di pranzo. Nella migliore delle ipotesi, il Salone potrebbe tornare sotto la Mole nel 2021, proprio in concomitanza con la prima delle cinque edizioni delle Atp Finals di tennis. Abbastanza perché dalle parti di Palazzo Civico il barometro ancora punti sull’ottimismo. L’assessore comunale al Commercio, Alberto Sacco, incontrando a sua volta gli organizzatori ha proposto «di mettere in campo una promozione congiunta per il Salone e le Atp. Un buon binomio, dal momento che il pubblico che segue il tennis è spesso interessato alle automobili».

+++ CONTINUA A LEGGERE NEL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single