IL CASO

Il Covid e il sindaco affogano la blasonata River Borgaro

Rottura tra il municipio e la società sportiva che gestisce le piscine

La piscina coperta di Borgaro gestita per anni dalla Uisp

È finito il matrimonio tra la Uisp River Borgaro e Palazzo Civico. Nei giorni scorsi, la giunta comunale guidata dal sindaco Claudio Gambino ha approvato le tre delibere che hanno permesso di dare avvio, da parte dell’amministrazione comunale, all’iter per la risoluzione dei contratti in essere con la Asd Polisportiva Uisp River Borgaro per la gestione delle piscine coperte e scoperte e della palestra polifunzionale della scuola Grosa di piazza del Donatore, da tutti conosciuto come il “Palazzetto dello Sport”. “Gravi inadempienze”, si legge nelle tre delibere già pubblicate in albo pretorio. I contratti avrebbero avuto validità fino al 31 luglio 2021 per la gestione del Palazzetto e fino a novembre 2027 per la gestione delle due piscine cittadine. Nello scorso mese di settembre, la Uisp River Borgaro, rendeva nota la decisione di sospendere «ogni attività sportiva per un tempo indeterminato», come da un comunicato emesso dalla società e pubblicato attraverso la propria pagina Facebook.

+++ CONTINUA A LEGGERE NEL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single