Dai filmati delle telecamere e delle televisioni potrebbero emergere elementi per capire cosa ha provocato 1.526 feriti e un morto

IL RETROSCENA. Nei rumori della notte maledetta la chiave per la tragedia in piazza

La Scientifica passa al setaccio i filmati per capire cosa ha scatenato il panico

Piazza San Carlo subito dopo i terribili incidenti dello scorso 3 giugno

La spinta dalle spalle, un’onda umana che si mette in movimento, attraversa piazza San Carlo travolgendo tutto ciò che incontra. Volti che si girano indietro per capire cosa sia successo, urla di panico, lo strazio dei feriti.

Il video che racconta l’inizio del disastro in piazza San Carlo ha fatto il giro del mondo, e per gli inquirenti resta uno dei più importanti per cercare di arrivare alla verità. Ma i filmati sotto la lente degli investigatori sono decine, e l’elemento mancante per individuare la causa che ha provocato il disastro con una giovane donna morta e più di 1.500 feriti potrebbe nascondersi ovunque.

Per questo, da mesi, la Scientifica analizza con scrupolo tutti i materiali acquisiti, alcuni registrati con le attrezzature professionali delle tv, altre dalle telecamere di sicurezza, altre ancora con i telefonini di chi stava guardando una partita di calcio sotto un maxi- schermo e all’improvviso si è trovato schiacciato nel marasma.

CONTINUA A LEGGERE IL GIORNALE IN EDICOLA OGGI

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single