E' successo a Torino: : 35enne nei guai

Da denunciato ad arrestato nel giro di poche ore: doppio intervento per gli agenti del commissariato Mirafiori

Prima litiga con l'autista del bus, poi aggredisce un automobilista, infine inveisce contro la proprietaria di un negozio. All'arrivo degli agenti, minaccia pure loro

Estorsione dietro il montaggio dei banchi nell'area di Porta Palazzo a Torino. La scoperta della polizia.

Martedì sera la denuncia, mercoledì mattina l’arresto. E’ quanto accaduto ad un cittadino italiano di 35 anni resosi protagonista (si fa per dire), nei giorni scorsi, di una serie di episodi che hanno richiesto l’intervento degli agenti del commissariato Mirafiori.

DA’ IN ESCANDESCENZE SULL’AUTOBUS
Nel primo episodio i poliziotti sono stati costretti ad intervenire in via Giordano Bruno dove era stata segnalata una lite tra un passeggero ed un conducente della GTT. Quest’ultimo ha raccontato alle forze dell’ordine di aver prelevato il 35enne alla fermata precedente. Questi, una volta salito a bordo dell’autobus, anziché accomodarsi, si era fermato tra le porte in chiusura, bloccandole con i gomiti. Subito dopo aveva iniziato ad insultare il conducente per quanto successo, arrivando a colpire con violenza la paratìa della cabina di guida.

ARRIVANO I POLIZIOTTI E LO DENUNCIANO
L’autista aveva allora interrotto la corsa. Alcune persone presenti in strada, evidentemente conoscenti dell’italiano, avevano tentato di riportarlo alla calma, invitandolo a scendere dal mezzo. L’uomo, però, aveva rifiutato di seguirli ed era rimasto lì in attesa dell’arrivo degli agenti che alla fine lo hanno denunciato per interruzione di pubblico servizio.

AGGREDISCE VERBALMENTE UN AUTOMOBILISTA
L’indomani mattina nuova performance per il 35enne con una vera e propria escalation di comportanti molesti. Dopo aver consumato il pranzo in zona Lingotto ed aver gettato a terra tutte le sedie del ristorante, l’uomo, all’uscita del locale, ha notato una macchina in sosta. Barcollando, si è avvicinato al veicolo e, fingendo di sbatterci contro, ha iniziato ad aggredire verbalmente il conducente, dicendo che l’avrebbe denunciato per l’accaduto se non avesse ottemperato alle sue richieste: una sigaretta e qualche moneta.

ENTRA IN NEGOZIO E “ATTACCA” LA PROPRIETARIA
Ottenuto il “risarcimento” il 35enne è entrato allora in un esercizio commerciale ed ha iniziato ad “attaccare” la proprietaria, senza apparente motivo. L’arrivo della Volante ha posto fine alla due giorni di “ordinaria follia”.

MINACCIA E INSULTA ANCHE GLI AGENTI
Il reo, con diversi precedenti di polizia alle spalle, dopo aver minacciato ed insultato anche gli agenti, è stato arrestato per estorsione, minaccia e resistenza a pubblico ufficiale.

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single