Il processo si sta celebrando con il rito abbreviato

Delitto del Barattolo: chiesto l’ergastolo per l’omicida

Il 15 ottobre 2017 Khalid De Greata ammazzò Maurizio Gugliotta con una coltellata alla gola al mercatino del libero scambio

Il pm Gianfranco Colace ha chiesto la condanna all’ergastolo per Khalid De Greata, il nigeriano 27enne che il 15 ottobre 2017 uccise un uomo al mercatino del Barattolo di Torino con una coltellata alla gola. Dopo una lite per futili motivi, lo straniero aggredì il 51enne Maurizio Gugliotta, originario di Catanzaro ma da tempo residente a Settimo Torinese, fino ad ammazzarlo. Fu, invece, ferito all’addome un amico di Gugliotta. Il processo si sta celebrando con il rito abbreviato.

PARLA LA VEDOVA: “DA PM UN PO’ DI FIDUCIA”
“La richiesta del pubblico ministero ci infonde un po’ di fiducia”. E’ il commento di Carmela Caruso, vedova di Maurizio Gugliotta, in una nota diffusa per il tramite della società Studio 3A. La donna si dice “pienamente d’accordo” con il pm quando ritiene “nettamente prevalenti le aggravanti di questo crimine rispetto alla seminfermità mentale riconosciuta all’omicida, a cui peraltro noi continuiamo a non credere. A vederlo così tranquillo in aula tutto sembra fuorché una persona con problemi psichici. E durante l’intervento del pm sono emersi una serie di elementi che tutto fanno pensare fuorché a un pazzo. Adesso – conclude la nota – io e i miei tre figli riponiamo tutte le nostre speranze nel giudice: chiediamo una pena congrua per il tremendo crimine commesso dall’assassino, che ci ha strappato Maurizio”.

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single