LA STORIA In manette pure il padre per resistenza

DELITTO NEL ROMANZO. Arrestato lo scrittore. Blitz nell’ultimo covo seguendo i famigliari [FOTO e VIDEO]

Era fuggito il 3 luglio, dopo la condanna a 25 anni di carcere per aver ucciso la ex fidanzata: era pronto a rifugiarsi in Sicilia e poi all'estero

È stato trovato in una casa di famiglia a Giaveno, Daniele Ughetto Piampaschet, lo scrittore assassino fuggito nei boschi lo scorso 3 luglio. Condannato a 25 anni di carcere per aver ucciso la ex fidanzata, Anthonia Egbuna, Ughetto aveva fatto perdere le proprie tracce evitando così la prigione.

Gli investigatori erano sicuri che non si sarebbe allontanato troppo e così è stato: seguendo il padre che gli portava da mangiare, sono riusciti ad acciuffarlo. L’uomo ha tentato di bloccare i carabinieri ed è stato arrestato per resistenza.

COME NEL LIBRO

La protagonista del “Braccialetto di corallo”, uno dei libri di Ughetto, cessava di esistere sotto i colpi di un coltello e poi veniva buttata nel fiume. Così è morta davvero Anthonia, il 28 novembre dello stesso anno. E il “braccialetto di corallo”, scritto a dicembre, quando il corpo non era ancora stato trovato, è ciò che secondo il pg «inchioda» l’autore.

LA VICENDA

Il corpo senza vita della prostituta nigeriana Anthonia Egbuna fu trovato nel Po a San Mauro Torinese nel febbraio 2012. Ma quando i carabinieri si sono presentati a casa sua, a Giaveno, sabato 13 luglio 2019 per portarlo in carcere non lo hanno trovato.

Ughetto era pronto per fuggire all’estero. Avrebbe raggiunto Terrasini, in provincia di Palermo, dove la famiglia ha la disponibilità di un appartamento per poi proseguire, molto probabilmente, per la Tunisia. Il tutto documentato con alcuni manoscritti che i carabinieri hanno trovato in casa

loop-single