La scoperta dei carabinieri nel Biellese

Discarica abusiva nel vecchio lanificio: sequestrate 5mila tonnellate di rifiuti

L'intera area è finita "sotto chiave", compresi gli imballaggi plastici provenienti da alcuni siti industriali

Discarica abusiva nel vecchio lanificio: sequestrate 5mila tonnellate di rifiuti nel Biellese

Negli spazi ormai in disuso di un ex lanificio c’era una vera e propria discarica abusiva. Qualcosa come 5mila tonnellate di rifiuti plastici stoccati in maniera “irregolare”. La scoperta, non lontana dall’abitato di Biella, è stata effettuata dai carabinieri del Noe del comando provinciale di Torino entrati in azione insieme ai militari della stazione di Occhieppo Superiore.

LE RIPRESE DALL’ELICOTTERO
Determinante, ai fini dell’indagine, si è rivelata la collaborazione con il nucleo elicotteri dei carabinieri di Volpiano, che con le riprese dall’alto hanno consentito di delineare con accuratezza la zona interessata dallo stoccaggio irregolare dei rifiuti che, per la sua collocazione, all’interno di un vecchio stabilimento, era difficilmente individuabile da terra.

LA “POSIZIONE” DEI RIFIUTI
I rifiuti erano accatastati sia all’interno del capannone presente nel piazzale che sui lati e non erano diversificati a seconda della loro tipologia. Inoltre erano ammassati ostruendo, in tal modo, i vari presidi antincendio.

SCATTA IL SEQUESTRO
Secondo quanto accertato dai militari, le ecoballe sarebbero riconducibili ad un’azienda operante nel campo del trattamento dei rifiuti in possesso di un’autorizzazione ritenuta quantomeno “lacunosa” dagli investigatori. L’intera area, circa 10.000 metri quadri, è stata sequestrata, compresi gli imballaggi plastici che, a quanto pare, provenivano da alcuni siti industriali.

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single