TORRAZZA PIEMONTE

Elettricista folgorato ad Amazon: la procura ha aperto un’inchiesta

Il reato ipotizzato è “lesioni colpose”, ma non ci sono indagati

Amazon a Torrazza Piemonte

Torrazza Piemonte. Lesioni colpose. E’ questo il reato ipotizzato dalla Procura di Ivrea nell’inchiesta aperta per l’incidente sul lavoro avvenuto martedì nel centro Amazon. E saranno gli accertamenti dell’Arpa e dello Spresal a permettere di ricostruire l’esatta dinamica, oltre a stabilire se vi siano o meno responsabilità di terzi.

Il fascicolo è stato aperto dal pm Lea Lamonaca, al momento non ci sono persone iscritte sul registro degli indagati. La vittima è un elettricista rimasto folgorato mentre eseguiva dei lavori nel cortile del capannone. Per fortuna si è salvato, ma è ricoverato con gravi ustioni al volto e ieri mattina i medici del Cto non avevano ancora sciolto la prognosi. Tutto è successo intorno alle 9.30 del mattino, durante dei lavori di manutenzione in una cabina elettrica di media tensione all’esterno del magazzino.

I lavori sono affidati a una ditta esterna, di cui è dipendente l’elettricista, un bergamasco di 32 anni, che ha rischiato la vita. Cosa sia accaduto di preciso – se un errore umano o altro – non è ancora chiaro, quello che è sicuro è che la scossa elettrica ha provocato all’operaio diverse ustioni, soprattutto al volto, per le quali è stato subito ricoverato in prognosi riservata al Cto.

Sul posto sono intervenute quattro squadre dei vigili del fuoco del comando di Torino che hanno messo in sicurezza l’area, oltre ovviamente agli uomini dell’ambulanza del 118 che hanno provveduto a stabilizzare l’infortunato che è poi stato trasportato in ospedale in elicottero. Nello stabilimento è intervenuto anche il nucleo Nbcr dei vigili del fuoco, oltre ai carabinieri della compagnia di Chivasso e allo Spresal dell’Asl: saranno questi ultimi a dover chiarire cosa sia successo nella cabina elettrica e a stabilire eventuali responsabilità.

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single