IL FATTO

Foibe, scontri al Campus Einaudi: 4 fermati e 3 agenti feriti. Devastata l’aula Borsellino [LE FOTO]

Tensioni tra antagonisti e polizia durante un volantinaggio di protesta del Fuan in occasione di un convegno

Tensioni, nel pomeriggio, al Campus Einaudi dell’Università di Torino, dove si sono registrati scontri tra centri sociali e polizia. Il bilancio è di tre agenti della Digos feriti, una volante danneggiata e quattro antagonisti fermati.

IL MOTIVO DEGLI SCONTRI

Oggi, al Campus, era in programma il convegno ‘Fascismo-Colonialismo-Foibe’. Quando un gruppo di militanti del Fuan, organizzazione universitaria di estrema destra, ha effettuato un volantinaggio di protesta, i collettivi hanno provato a superare il cordone della polizia con l’intento di raggiungere l’aula del Fuan dedicata a Paolo Borsellino. La sala è stata completamente devastata.

IL COMUNICATO DEL FUAN

“L’iniziativa del Fuan – si legge in una nota – non è piaciuta ai militanti dei centri sociali che, con il consueto stile mafioso, sono usciti dal convegno e hanno tentato di aggredire i militanti del Fuan. Le parti sono entrate in contatto e successivamente è intervenuta la polizia”.

“È inaccettabile – commenta il presidente del Fuan, Andrea Montalbano – che l’università permetta un convegno di stampo “giustificazionista” sulle foibe: in questo modo la memoria delle migliaia di persone innocenti che persero la vita solo perché italiani è infangata ancora una volta”.

LA REPLICA DEL COLLETTIVO UNIVERSITARIO AUTONOMO

“Oggi il Fuan, gruppo studentesco fascista, è venuto in università con la scorta che ha blindato completamente la struttura – si legge sulla loro pagina Facebook -. Numerose cariche sono state fatte sul raggruppamento di studenti che hanno impedito a questi razzisti di distribuire i loro volantini indisturbati. Durante la contestazione sono state arrestate 3 persone, studenti di questa università.

Ora stiamo andando in rettorato per fare pressioni affinché l’Università si prenda le responsabilità di questi fatti vergognosi e faccia pressioni affinché tutti vengano rilasciati”.

loop-single