L’ANALISI

Giri d’affari per miliardi ma tasse da artigiano per un gigante del Web

Il rapporto di Mediobanca sui ricavi in Italia

Obbligare i giganti del Web a pagare più tasse in Italia; un’imposta “di solidarietà” con il ricavato da dare alle piccole imprese. La proposta della Regione, con l’aliquota che passerebbe dal 3 al 15% e diventerebbe 30 per questo periodo di lockdown, ha già dei precedenti e non solo in Italia: le tasse pagate dai colossi del Web, infatti, appare minimo rispetto al giro d’affari. Nel Regno Unito, dove Amazon paga 293 milioni di sterline l’anno, si è proposto un ritocco all’aliquota del 2%: con il risultato che Amazon Uk ha spalmato la stessa percentuale sui costi che le aziende sostengono per essere presenti nel “market place”. Per venire in Italia, secondo il centro studi di Mediobanca, citato anche da “Il Fatto Quotidiano” i giganti del Web, da Microsoft a eBay a Facebook hanno “sottratto” al Fisco, legalmente stando alle norme attuali, qualcosa come 46 miliardi di euro tra il 2015 e il 2019. Ma quanto pagano realmente?

+++ CONTINUA A LEGGERE IL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single