Il fuoco era arrivato a minacciare il centro abitato di Givoletto

Incendio domato sul monte Baron: gli sfollati possono tornare a casa

Il rogo, partito da una zona boschiva di Val della Torre, sarebbe di origine dolosa. Lo dimostrerebbero i due inneschi trovati dai forestali

Fiamme domate sul monte Baron: i circa cento sfollati che la notte scorsa hanno dovuto abbandonare le loro abitazioni a causa del rogo, sono tornati a casa

Solo nel tardo pomeriggio di oggi i circa cento sfollati che la notte scorsa sono stati evacuati, a Givoletto, a causa dell’incendio che minacciava le loro abitazioni, hanno potuto fare ritorno a casa. L’incendio divampato quattro giorni fa ai piedi del monte Baron, è stato infatti praticamente domato dai vigili del fuoco e dai volontari Aib, impegnati da lunedì nelle operazioni di spegnimento.

GLI ULTIMI FOCOLAI
Le fiamme si sono infatti “allontanate” dal centro abitato e 26 pompieri, insieme a 50 volontari dell’Antincendio, si stanno ora occupando dei focolai rimasti e delle operazioni di bonifica con l’ausilio di tre canadair e tre elicotteri.

INCENDIO DI ORIGINE DOLOSA
Il rogo, partito da una zona boschiva di Val della Torre, alimentato dal forte vento, ha raggiunto Givoletto e La Cassa. L’incendio, come dimostrerebbero i due inneschi trovati dai carabinieri forestali, ieri, durante un sopralluogo ai piedi del monte Baron, sarebbe di origine dolosa.

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single