Il bomber aveva 71 anni

Juve in lutto, è morto Pietro Anastasi

Ha indossato la maglia bianconera dal 1968 al 1976 vincendo tre scudetti. Dopo un tumore gli era stata diagnosticata la Sla: "Ha scelto la sedazione assistita"

Lutto nel mondo del calcio. E’ morto a Varese a 71 anni Pietro Anastasi, uno dei giocatori simbolo della Juventus (fortemente voluto da Gianni Agnelli al costo di 650 milioni) tra la fine degli anni Sessanta e la metà degli anni Settanta. Centravanti di razza, ha giocato con la maglia bianconera dal 1968 al 1976, realizzando 78 gol in 205 partite. Con il club di Torino ha vinto 3 scudetti. Anastasi ha iniziato la propria carriera con la Massiminiana, società di Catania dove ha iniziato. Poi ha indossato anche le maglie del Varese, dell’Inter (vincerà una Coppa Italia), dell’Ascoli e del Lugano. E’ stato anche grande protagonista con la maglia dell’Italia con la quale ha vinto il campionato Europeo del 1968. Così lo ha ricordato il sito della Juventus: “Oggi è un giorno triste per tutta la Juventus, per il calcio italiano e per tutti coloro che lo hanno conosciuto. Pietro Anastasi ci ha lasciato all’eta’ di 71 anni”. Due anni fa all’ex bomber, nato a Catania, venne diagnosticato un tumore e successivamente la Sla. Il figlio ha dichiarato che ha chiesto la sedazione assistita “per poter morire serenamente”. Era ricoverato da mercoledì all’ospedale ‘di Circolo’ di Varese.

 

 

 

 

 

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single