CUORGNÈ

«Con la mia stampante 3D ho aiutato a salvare delle vite»

Una maschera da sub trasformata in un respiratore

Un po’ di ingegno, tanta buona volontà e la fortuna di essere la persona giusta al posto giusto. Basta questo per salvare delle vite, come ha fatto Simone Paris, 32 anni.

Simone è uno dei tanti appassionati di stampa 3D che in tutta Italia ha raccolto l’appello arrivato da Brescia, dove è stata inventata una speciale valvola che trasforma una normale maschera da snorkeling a viso intero in un respiratore per la terapia sub-intensiva. Un colpo di genio ma il problema era fabbricarne centinaia in poche ore, senza una fabbrica a disposizione. Problema risolto grazie a chi, come Simone, ha messo a disposizione la propria stampante 3D. «Sono riuscito a stamparne e spedirne sette – racconta – ne servivano 500 e l’obiettivo è stato raggiunto».

+++ CONTINUA A LEGGERE IL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single