COLLEGNO

Ecco la nuova giunta comunale: tre donne per il sindaco Casciano

Presentata la squadra che dovrà amministrare la città nei prossimi 5 anni

«Un mix fra esperienza e nuove idee, per portare avanti il percorso amministrativo iniziato cinque anni fa e che ora si pone l’obiettivo di arrivare al 2024, gettando le basi per la Collegno del futuro». Francesco Casciano, sindaco riconfermato di Collegno – e capace di vincere al primo turno riuscendo a mantenere la roccaforte della sinistra nonostante l’ascesa della Lega – commenta così la nuova giunta, diventata ufficiale, e di fatto operativa, nella giornata di ieri.

Quattro conferme e tre novità. Quattro uomini e tre donne. Ecco i numeri della seconda giunta Casciano. Confermato quindi Antonio Garruto, che sarà il vicesindaco, con deleghe a Lavoro, Sistema e Sviluppo Economico, Bilancio e Personale. Stesso discorso per Matteo Cavallone, che avrà le deleghe alla Pianificazione Territoriale e alla Qualità della Vita. Terza conferma è quella di Maria Grazia De Nicola, cui spetteranno le deleghe a Politiche Sociali e Pari Opportunità. Quarta ed ultima conferma è quella di Enrico Manfredi, che si occuperà di Città Sostenibile e Commercio.

E ora le novità, con il segretario cittadino del Pd, Gianluca Treccarichi, che si occuperà di Qualità della Città e Mobilità Sostenibile. Così come Clara Bertolo, assessore alle Politiche Educative, e Maria Luisa Mattiuzzo, assessore alla Progettazione Strategica e all’Innovazione, conosciuta nella zona ovest essendo stata preside del Darwin di Rivoli per anni.

Rispetto alla giunta precedente, quindi, non ci saranno più Barbara Martina e Valentino Romagnolo (Pd) e la moderata Monica Rossi.

E se nel consiglio di lunedì 17 giugno verrà reso noto il nome del nuovo presidente del consiglio, tra i primi provvedimenti che dovrà prendere il sindaco ci sarà quello di nominare il nuovo segretario generale dell’Ente, visto il pensionamento di Angelo Tomarchio, per 25 anni in servizio a Palazzo Civico e ormai punto di riferimento per assessori, consiglieri e primi cittadini. «È una grave perdita – commenta Casciano – perché ha compiuto un grandissimo lavoro in questi anni in municipio. Nelle prossime settimane inizieremo tutte le procedure del caso per cercare le nuove figure professionali che serviranno all’Ente, visto che dobbiamo fare i conti anche con altri trasferimenti e pensionamenti. Ma una cosa è certa: la macchina comunale non andrà in tilt», rassicura Casciano.

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single