I quattro sono stati bloccati poco prima che assaltassero un ufficio postale a Casale Monferrato

La polizia sventa una rapina alle Poste: tra i fermati c’è un ex collaboratore di giustizia

Si tratta di Vincenzo Pavia, 62 anni, ritenuto vicino alla famiglia del boss Belfiore. L'uomo era già stato condannato per un altro colpo messo a segno a Torino

La polizia sventa una rapina alle Poste nell'Alessandrino: tra i fermati c'è un ex collaboratore di giustizia

C’è anche l’ex collaboratore di giustizia Vincenzo Pavia, 62 anni, vicino alla famiglia del boss Belfiore, tra i quattro rapinatori bloccati oggi dalla polizia poco prima che assaltassero un ufficio postale di Casale Monferrato (Alessandria). Con Pavia sono stati fermati Pier Giuseppe Flematti, 65 anni, Antonio Defeudis, 59 e Alessandra Borgna, 42.

INDAGINI CONDOTTE DALLA MOBILE DI TORINO
Le indagini, condotte dalla squadra mobile di Torino, con i colleghi di Alessandria e di Casale Monferrato, erano iniziate lo scorso gennaio, quando gli investigatori hanno iniziato a seguire i movimenti di Pavia, noto rapinatore di banche e uffici postali, i suoi incontri e i suoi contatti.

SEQUESTRATA PISTOLA, TELEFONI E GUANTI IN LATTICE
La polizia ha sequestrato l’auto a bordo della quale il 62enne cui viaggiava, una Panda rubata, un revolver calibro 38 carico e con matricola abrasa a disposizione di Pavia, alcuni telefoni e guanti in lattice. A fine gennaio, Pavia è stato condannato dal Tribunale di Torino per una rapina commessa il 3 aprile 2018 alle Poste di corso Casale, nel capoluogo piemontese.

L’UOMO HA ANCHE CONFESSATO UN OMICIDIO
L’uomo ha anche confessato un omicidio commesso negli anni Ottanta e potrebbe essere sentito come persona informata sui fatti dalla procura generale di Milano nell’ambito di un’inchiesta sull’omicidio del procuratore di Torino Bruno Caccia.

 

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single