STRADA MADDALENA

La storica discoteca “Heaven” diventa un tempio del degrado

Le sale da ballo abbandonate da anni, il locale devastato dall’incuria

Gli ingressi sono tutti chiusi col lucchetto, ma un’apertura nella recinzione permette l’accesso senza fare troppa fatica. Una volta dentro, anziché il paradiso, in riferimento al nome dello storico locale, lo scenario richiama molto di più quello dell’inferno. Non si balla più da anni alla discoteca “Heaven” di strada Maddalena, luogo cult della gioventù torinese negli anni Settanta e Ottanta. E a vedere come sono ridotte oggi le sale, pare quasi impossibile che qui, un tempo, ci si divertiva per tutta la notte. Oggi, invece, i circa 1700 metri quadri della struttura – che si trova proprio a fianco dell’ingresso al parco della Maddalena – versano in una condizione di assoluto abbandono.

I locali sono devastati, i muri, pericolanti, risentono dell’incuria e all’esterno è sorta una specie di foresta. Il nome “Heaven” campeggia ancora nella sala principale, quasi a voler ricordare il glorioso passato di quella che prima era una discoteca e poi è diventata un ristorante, “Il Faro”, mentre oggi altro non è che un monumento al degrado. Qualcosa è rimasto anche dove c’era il bar. Qualche bottiglia, un paio di lattine e delle cannucce fanno ripensare alle lunghe code per farsi servire da bere al bancone. I bagni, invece, sono distrutti, con cumuli di mattonelle rotte sul pavimento. E il discorso non cambia quando si mette piede nelle piste da ballo. Per quanto riguarda le ultime vicende, a causa della morosità del concessionario de “Il Faro”, il Comune di Torino – che è il
proprietario dell’area – aveva ordinato lo sgombero dell’immobile nell’aprile 2013. Tuttavia, Palazzo Civico era riuscito a riottenere le chiavi solo nel gennaio 2016 dopo l’impugnazione dell’atto dinanzi al Tar, che un anno prima si era invece espresso respingendo il ricorso. Da quel momento, però, nessun progetto di recupero della vecchia “Heaven” è mai partito. Ma non è finita qui, perché l’ex discoteca è anche situata vicino a dei tralicci radiotelevisivi presenti sul colle della Maddalena e questi ultimi, secondo i rilevamenti dell’Arpa, sono responsabili dell’elevata concentrazione di onde elettromagnetiche nella zona.

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single