IL REPORTAGE

L’abbandono non risparmia la fede. Così le madonnine cadono a pezzi

Sporche, deturpate e bersaglio di balordi: ecco come si presentano le icone religiose

Torino è stata una città profondamente religiosa. Lo dimostrano le sue chiese (oggi, chiuse per l’emergenza coronavirus), i centinaia di ex voto nei santuari, ma anche la grande quantità di immagini sacre sparse per la città. Immagini e statue che stanno sparendo, oppure che sono in condizioni non certamente eccellenti.

SACRE MA DETURPATE
Sporche, deturpate, non segnalate e bersaglio anche di balordi (come accaduto alla madonnina di piazza Gozzano, nel 2016) le statue e le icone mariane sparse per la vecchia capitale sabauda potrebbero essere sicuramente preservate dal passare del tempo. Le si trova quasi per caso, camminando con il naso all’insù.

+++ CONTINUA A LEGGERE IL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single