IL REPORTAGE Dal centro alla periferia ecco tutti gli stabili pubblici in cui risulta presente l’Eternit

L’amianto in scuole, uffici e ospedali. Segnalati dall’Arpa diciassette edifici

Serie di bandierine rosse sulla cartina della città: per l'agenzia, sono i siti contaminati di Torino

Sulle prime, l’occhio non ci fa caso. Sembra non vederlo, non riconoscere uno spiovente in Eternit da un manufatto del tutto simile in lamiera. Eppure, secondo l’ultimo aggiornamento della banca dati dell’Agenzia regionale per la protezione ambientale, sarebbero almeno diciassette gli edifici pubblici in città in cui le fibre assassine risultano presenti nelle coperture esterne e sui tetti.

Scuole, chiese, ospedali e uffici, non fanno eccezione neppure gli asili nido o le scuole per l’infanzia ma avere un riscontro immediato ed efficace, anche su eventuali lavori di rimozione o bonifica effettuati di recente, non è cosa semplice. Nel comprensorio delle Molinette, ad esempio, Arpa segnala due siti contaminati – tra corso Bramante 88/90 e via Santena 9 – catalogati nella categoria Ospedali con una presenza stimata di 491 metri quadrati di amianto.

Spostandosi verso Borgo San Paolo e Borgata Parella, si incrociano diverse altre “bandierine rosse” indicate dal geoportale di Arpa e Regione Piemonte. La prima in via Valgioie 10, dove si trova una scuola materna e la stima, davvero minima, non supera il metro quadrato, per un altro basso fabbricato in via Francesco Valentino 18, invece, non esiste quantificazione e l’edificio indicato come Impianto sportivo ricreativo sembrerebbe abbandonato.

CONTINUA A LEGGERE IL GIORNALE IN EDICOLA OGGI

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single