IL REPORTAGE. Le due fermate inutilizzate del passante

Le stazioni fantasma. Per Dora e Zappata solo incuria e tossici

Milioni sprecati, degrado e via vai di clochard. Terminate da 20 anni, sono ancora fuori uso

Due storie diverse con un punto in comune: l’abbandono e i milioni sprecati. Sono passati oltre vent’anni da quando le ruspe hanno terminato di scavare la stazione Zappata, tre per la Dora, ma a oggi le due fermate del passante ferroviario sono ancora “a rustico”, composte solo dalle strutture in cemento armato. Intanto, però, gli incivili hanno trasformato gli ingressi delle stazione in una discarica a cielo aperto, con tanto di vespasiano annesso. E c’è chi ha provato più volte ad accedere all’interno. Ma andiamo con ordine. Le stazioni fantasma Crocetta e Zappata, a cavallo tra corso Mediterraneo e largo Orbassano, tra la Crocetta e il quartiere Santa Rita, sono uno dei simboli del degrado torinese. Per completarle servono 50 milioni di euro, che non ci sono. E allora restano abbandonate. In corso Enrico de Nicola autobus, tram e auto sfrecciano tutti i giorni.

+++ CONTINUA A LEGGERE IL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single