Trasportato in ospedale per accertamenti

Minaccia di togliersi la vita con un coltello: salvato dagli agenti a Porta Nuova

Gli operatori della polizia ferroviaria hanno riportato alla calma un 39enne, armato all'interno del McDonald's dello scalo

Foto Depositphotos

Tragedia sventata alla stazione torinese di Porta Nuova. La polizia ferroviaria di stanza nello scalo ha salvato un 39enne, di nazionalità italiana, che aveva manifestato l’intento di suicidarsi. L’episodio si è verificato lunedì scorso, quando i carabinieri della stazione di Nichelino hanno avvisato gli operatori della presenza in stazione di un uomo con propositi anticonservativi, fornendone una dettagliata descrizione.

La segnalazione era pervenuta al personale dell’Arma dagli anziani genitori, che preoccupati, si erano rivolti presso quel comando. Gli agenti della Polfer hanno individuato immediatamente la persona descritta all’interno dei locali del McDonald’s dello scalo: l’uomo, in forte stato di agitazione, aveva manifestato apertamente la volontà di togliersi la vita con un coltello.

Grazie al senso di autocontrollo e alla professionalità, gli operatori sono riusciti a instaurare un dialogo proficuo con l’uomo riportandolo alla calma e inducendolo a seguirli negli uffici di polizia. Una volta dentro, però, l’uomo si è innervosito, ha inveito contro gli agenti incolpandoli del fatto che a causa loro non fosse riuscito nel suo intento.

Gli agenti di polizia, dopo aver allertato il personale 118, hanno continuato l’opera di dissuasione per ridurre la tensione manifestata dall’uomo, che successivamente è stato preso in cura da personale medico e trasportato in ospedale per gli accertamenti del caso.

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single