Dall’1 di ottobre sono attive le prime 30 colonnine per la ricarica veloce di veicoli elettrici sulle strade extraurbane

Con EVA+ si da inizio alla rivoluzione della mobilità. In particolare il progetto riguarda le vetture elettriche e prevede l’installazione di 200 colonnine di ricarica veloce in tre anni, di cui 180 in Italia e 20 in Austria.

Il progetto nasce dalla collaborazione tra Enel e l’austriaca Verbund, alle quali si uniscono grandi case automobilistiche come Renault, BMW, Volkswagen e Nissan. Inoltre è co-finanziato dalla Commissione Europea in rispetto del programma “Connecting Europe Facility”.

Con EVA+ nasce la prima rete di ricarica extraurbana che consentirà di estendere l’utilizzo dei veicoli elettrici fuori città. La tecnologia è sviluppata da Enel e con le colonnine “Enel Fast Recharge Plus” si assicura una ricarica completa in 20 minuti. Il tutto con una compatibilità totale con qualsiasi veicolo elettrico e in piena sicurezza.

Dunque a livello di infrastrutture qualcosa in Italia inizia a muoversi. In netto ritardo rispetto alla media degli altri Paesi europei, però è già un grande passo avanti. Il secondo semestre 2017 segna un rialzo del settore electric-car, anche dal punto di vista infrastrutturale, rispetto al primo. Numeri ancora lontani da Paesi come Germania, Francia e Paesi Bassi, dove rispettivamente le auto elettriche rappresentano una quota dello 0,6%, 1,1% e del 2%. L’Italia è ferma ancora allo 0,2%. Mentre la Norvegia registra un 35% di auto elettriche sul totale.

Attraverso questo prima tornata di installazioni è stata “elettrificata” la tratta Roma-Milano, con colonnine di ricarica ogni 60 km circa. I 30 punti di ricarica sono dislocati soprattutto in aree di sosta e di ristoro, oppure adiacenti agli accessi autostradali. Ancora in outlet, centri commerciali, hotel, ristoranti, e stazioni di servizio. Nel corso del mese sono previste altre installazioni: una sul GRA e due sul tratto autostradale Salerno-Reggio Calabria, coinvolgendo anche il Mezzogiorno in questo progetto di rivoluzione della mobilità.