L’Alfa Romeo torna in Formula 1 grazie ad una partnership con Sauber. Marchionne: “Nuovo capitolo di storia leggendaria”

Dopo 32 anni il marchio del Biscione torna in Formula 1: ha siglato una partnership con la Sauber. La soddisfazione del presidente di Ferrari e FCA Sergio Marchionne: “Determinati a scrivere un nuovo glorioso capitolo di storia”.

Il team Sauber F1 ha annunciato dunque una partnership tecnica e commerciale con l’Alfa Romeo, che torna così in Formula 1 dopo 30 anni. Il marchio del Biscione, che fa parte di FCA, dal 2018 sarà title sponsor della scuderia elvetica. L’Alfa Romeo Sauber F1 Team avrà power unit Ferrari. L’accordo consentirà uno scambio di conoscenze ingegneristiche e tecniche che offrirà alle due compagini nuove opportunità, in Formula 1 e anche oltre.

Uno storico ritorno. La livrea delle monoposto sarà caratterizzata dagli inconfondibili colori Alfa e dal marchio del brand in qualità di Title Sponsor. “Questo accordo con il team Sauber è un passo significativo nella ristrutturazione del marchio Alfa Romeo”, ha detto Sergio Marchionne, CEO di Fiat Chrysler Automobiles.

Torna in F1 un marchio che ha contribuito a fare la storia della competizione, unendosi alle altre case automobilistiche che partecipano al campionato. L’Alfa Romeo in Formula 1 vanta due successi nel Mondiale di F.1: nel 1950, con Nino Farina, e nella stagione successiva insieme al campione argentino Juan Manuel Fangio. Nel Circus della Formula 1, l’Alfa Romeo ha partecipato come costruttore ufficiale a 110 gare, vincendone 10. Oggi torna all’apice del motorsport come title sponsor della Sauber, segnando un ritorno dopo 30 lunghi anni d’assenza. Questo accordo potrebbe essere il primo passo di un’intesa più corposa, che potrebbe riportare l’Alfa nel Circus come un vero e proprio costruttore.