La GS più piccola di sempre è in vendita dal 14 ottobre, a 6mila euro chiavi in mano

La più piccola GS mai costruita da BMW Motorrad sarà disponibile in concessionaria a partire dal 14 ottobre. La “baby” di casa BMW ha solo 313 cc, che però danno ben 34 cavalli.

La nuova G310 nasce per il mercato globale, con l’intenzione di conquistare mercati ancora non raggiunti, come l’Asia e il Sud America, e affermarsi come entry-level in occidente. Bmw è ambiziosa anche in Europa. A tal proposito si è pensato ad un design che fosse ricordasse le GS più grandi.

Le prestazioni, i consumi (circa 28 km/l), la leggerezza e il prezzo definiscono il target a cui si vuole rivolgere BMW con la piccola GS: giovani motociclisti esperti e inesperti che vogliono fare un upgrade dallo scooter e, perché no, le ragazze appassionate di moto.

Progettata dalla Casa tedesca a Monaco, assemblata in India (presso il costruttore TVS), BMW G 310 GS è equipaggiata del motore monocilindrico di 313 cc girato di 180°. Progettato in maniera diversa rispetto ai monocilindrici più diffusi, prevede l’aspirazione frontale e lo scarico posteriore. Così il filtro dell’aria si trova in alto, in una zona più coperta e migliorando la respirazione del motore.

I freni sono forniti da BYBRE di Brembo, l’ABS da Continental, le sospensioni provengono dalla giapponese Kayaba e le gomme sono Metzeler Tourance, prodotte esclusivamente per la G 310 GS.

Come già detto, è una moto accessibile grazie al prezzo di 6.000 euro (comprensivo del primo tagliando offerto per ogni moto da BMW). Accessibile a tutti e ideale per la città e per i viaggiatori assicurando divertimento per l’agilità dimostrata e sicurezza per la tenuta di strada.