Al via il CES di Las Vegas presente il mondo automotive, con oltre 400 espositori

Sarà possibile vedere dal 9 al 12 gennaio al Consumer Electronic Show (CES) di Las Vegas il meglio dell’innovazione tecnologica. Per la mobilità: guida autonoma, veicoli connessi, auto ‘telepatiche’ o capaci di imparare a guidare da sole e di cercarsi un parcheggio.

A fianco dei giganti dell’elettronica e della telefonia ci sarà il mondo automotive, con oltre 400 espositori. Questi numeri, per gli organizzatori, fanno del CES il quinto più grande salone auto indipendente negli Stati Uniti.

Tra quattro anni secondo le proiezioni di IHS Markit le vendite di veicoli che si guideranno da soli saranno 51.000. Ma bisognerà attendere il 2040 per arrivare ad un mondo popolato da 33 milioni di veicoli a guida autonoma. Molto più immediati invece i guadagni attesi dai sistemi avanzati di assistenza al conducente e l’elettronica applicata alla guida, calcolati in 183 miliardi di dollari entro il 2022.

Al CES ci sarà anche FCA ma con una predominanza delle case asiatiche e tedesche

Fca quest’anno ha scelto Las Vegas per ribadire l’importanza della nuova generazione della Jeep Wrangler nella strategia di ulteriore consolidamento nel mercato Usa. Quattro Wrangler nelle versioni Sahara e Rubicon presenteranno tutte le ultime novità in ambito di connettività e servizi per il guidatore. Debuttano l’App Jeep Adventure Reality, per collegare Uconnect agli smartwatch, i servizi Family Alerts e Drive ‘n Save, oltre alla possibilità della ricerca Online per la navigazione Uconnect e ai recenti adattamenti Jeep per Amazon Alexa e Amazon Echo Dot Device.

Le asiatiche

Hyundai, che ha recentemente dichiarato l’intenzione di introdurre la guida autonoma entro il 2021, sarà al CES per presentare il suo secondo modello di serie ad idrogeno.

Kia debutta con il crossover Niro in variante 100% elettrica, proposto in una versione quasi definitiva. La casa coreana proporrà inoltre la prima connessione 5G al mondo a bordo di un’auto.

Nissan svelerà l’attesissima auto ‘telepatica’ che dispone di tecnologia Brain-to-Vehicle B2V, per l’interconnessione tra il cervello umano ed i comandi della vettura migliorando i sistemi di assistenza alla guida e il grado di comfort.

Toyota presenterà il nuovo test vehicle per la ricerca sulla guida autonoma, Platform 3.0.

Honda presenterà una nuova famiglia di robot. Ma ci saranno anche altri concept senza pilota, come quello a scocca staccabile di Rinspeed e il Dream Car di ZF, capace di imparare in autonomia a guidare, anche quando è a riposo.

Le tedesche

Mercedes porterà in anteprima mondiale il nuovo sistema di infotainment Mercedes-Benz User Experience (MBUX). Il sistema si basa sull’intelligenza artificiale che nel 2018 verrà integrato di serie sulla nuova generazione di auto compatte della casa di Stoccarda.

Bmw, sarà presente con una competizione ‘virtuale’ in cui gli aspiranti piloti potranno far inserire il loro nome sulla livrea di una M6 GT3 inserita nel videogioco Gran Turismo. I vincitori del concorso potranno poi partecipare a corsi di guida sportiva in due centri della Bmw negli Stati Uniti. Tutto questo in attesa del debutto dei nuovi servizi di geolocalizzazione e di assistenza alla guida semiautonoma e autonoma gestiti assieme ad HERE.

Bosch, il gigante tedesco della componentistica e dei servizi, mostrerà le ultime innovazioni in materia di connettività, sicurezza e assistenza alla guida. Tra queste spicca una tecnologia che segnala i parcheggi liberi in strada. Saranno le auto di passaggio a misurare la lunghezza di uno spazio libero e a segnalarla su una mappa aggiornata in tempo reale.