Lanciata quattro anni fa, la Citroen C4 Cactus si toglie l’abito casual da Suv per indossare quello più elegante di berlina compatta. Modificata nel 90% delle componenti della carrozzeria, la vettura transalpina che dal 2014 ha venduto nel mondo 270mila unità con il restyling di mezza età ha subito una vera e propria metamorfosi che l’ha cambiata nello stile e nello spirito.

L’obiettivo dichiarato del Costruttore è di farla diventare il punto di riferimento tra le compatte di segmento C e di conquistare il podio nelle vendite nella categoria in Italia. Per farla competere con le nuove rivali si è deciso di sacrificare gran parte dell’originalità e dell’anticonformismo del design della prima serie. Infatti ora, si presenta come una cinque porte rialzata dall’aspetto più convenzionale.

I vistosi Airbump che ne proteggevano le fiancate e che la caratterizzavano, sono stati rimpiccioliti e riposizionati nella parte bassa delle portiere.

Il quid in più rispetto alle proposte della concorrenza è da ricercare nel comfort di marcia. Più curato nei dettagli, il modello 2018 è, infatti, il primo della gamma a sfoggiare le sospensioni con smorzatori idraulici progressivi. La sospensione lavora quindi in due tempi, attutendo meglio i contraccolpi dovuti al passaggio su buche o dossi.

Prodotta come la precedente generazione sulla piattaforma PF1, comune all’attuale C3, la nuova C4 Cactus è lunga 4,17 metri, larga 1,71 metri, ha un passo di 2,60 m di lunghezza e pesa circa una quarantina di chili in più rispetto al passato. Peso aggiunto per migliorare l’isolamento acustico dell’abitacolo. La nuova plancia è più funzionale ed è valorizzata da uno schermo a colori da 7”. Tra gli optional figurano anche i sedili Advanced Comfort. Altre novità da ricordare del modello sono l’aggiunta di 12 tecnologie di assistenza alla guida e 3 di connettività.

La nuova C4 Cactus è proposta al lancio con un brillante 3 cilindri 1.2 a benzina da 130 Cv abbinato a un cambio manuale a 6 marce (da 20.050 euro). Disponibile anche con un meno potente 110 Cv (da 17.900 euro, con il cambio automatico EAT6 da 20.750 euro) e infine con un Diesel da 100 Cv (da 19.400 euro). In aggiunta a queste motorizzazioni, la nuova C4 Cactus entro la fine dell’anno presenterà un 120 Cv a gasolio con cambio automatico. Sarà possibile testare la nuova C4 Cactus a partire dal weekend del 17-18 marzo.