La terza edizione della fiera ha fatto registrare presenze record

CosmoBike Show 2017 non ha deluso le attese: 60mila visitatori in quattro giornate. Un risultato che ribadisce il ruolo della manifestazione e incorona Verona come riferimento in Italia per il settore della bicicletta.

Per il terzo anno consecutivo torna anche CosmoBike Tourism, area speciale dedicata al mondo del turismo in bicicletta. Il motivo è ormai chiaro a tutti: il cicloturismo genera in Europa un indotto economico di 44 miliardi, con 2 milioni di viaggi e 20 milioni di pernottamenti, secondo le rilevazioni dell’Enit. In Italia ha un valore potenziale di 3,2 miliardi, e sta crescendo ad un ritmo costante.

Faro sull’innovazione tecnica e sugli ultimi trend come l’e-bike, laboratorio di ricerca e sviluppo per il bike tourism e per la bike economy, la fiera di Verona ha riunito 350 espositori e operatori provenienti da 25 Paesi e delegazioni da tutto il mondo. La protagonista assoluta al CosmoBike è stata la bici elettrica: simbolo dell’exploit della nuova mobilità. La pedalata assistita sarebbe capace di mettere in sella tutti, favorendo l’espansione della mobilità silenziosa e green.

Il direttore generale di Veronafiere, Giovanni Mantovani, è soddisfatto: «Questa fiera è leader nazionale nel settore. In linea con la nostra vocazione all’internazionalizzazione, ora l’obiettivo è diventare punto di riferimento in Europa». Sfida lanciata all’Eurobike, la fiera leader del settore che si svolge a Friedrichshafen, in Germania.