Nell’edizione 2017 DI EICMA di Milano, la mobilità sostenibile sarà il tema principale e le E-Bike (Electric-Bike) saranno le assolute protagoniste 

Non solo moto e scooter. EICMA 2017 rimane fedele al proprio DNA: anticipare il futuro su due ruote. Nel 2017 il Salone del Ciclo e del Motociclo è sempre più “elettrico”. Da un paio di anni il tema di EICMA è la mobilità sostenibile e le E-Bike sono l’ultima tendenza in materia. L’innovazione è sempre presente in tutte le edizioni dell’Esposizione tanto che quest’anno, all’interno del padiglione 9-11, è stata allestita un’intera area dedicata alle Start-Up. Le giovani attività imprenditoriali potranno così mettere in mostra le loro soluzioni più innovative su design, nuove tecnologie e applicazioni pensate per migliorare la mobilità.

Numeri alla mano, le E-Bike crescono sempre di più. Sempre più persone le acquistano (vendite + 120% in Italia nel 2016), molti le noleggiano soprattutto per il turismo, tanti ne parlano, ma ancora sono pochi coloro che ne testano gli innegabili vantaggi. La spinta verso la diffusione allora vuole darla EICMA, aumentando lo spazio e le iniziative legati alle E-Bike, rinnovando la partnership con BikeUP (festival interamente dedicato alle bici elettriche).

Il target non è un caso. Da uno studio risulta che la categoria di acquirenti di bici elettriche maggiormente in crescita è quella dei motociclisti, i quali sanno distinguere giustamente le E-Bike dagli scooter depotenziati. Alcuni non riconoscono ancora le E-Bike come bici a tutti gli effetti, che sfruttano la forza propulsiva delle gambe in modo diverso da quelle interamente muscolari. Una soluzione che permette di fare movimento con uno sforzo graduale, che non stressi il fisico, e di muoversi con agilità in un contesto urbano.

Gli espositori presenti a Rho dal 7 al 12 novembre saranno più di 30 e il pubblico potrà scoprire tra i differenti stand le ultime novità, osservare da vicino i modelli maggiormente venduti e capire un po’ meglio come funzionano motori, batterie e modalità di ricarica. Per chi desidera testare questo nuovo modo di andare in bicicletta, sarà predisposta una pista lunga 1.000 metri con pendenza dell’8%, in modo da far provare anche ai più dubbiosi in tema i benefici apportati della pedalata assistita.

(Immagini tratte dal sito Gazzetta.it)