Dopo Levante, Maserati ha in programma il lancio di un nuovo suv compatto sulla stessa base usata per Alfa Romeo Stelvio. Alleanze, Jeep e scorpori: Marchionne fa luce sulle strategie del Gruppo

In occasione della presentazione dei risultati trimestrali del Gruppo FCA, il CEO Sergio Marchionne ha annunciato che sarà prodotta una “sorella minore” della Levante. Il motore sarà ovviamente Maserati, ma la piattaforma sarà la stessa usata per il Suv del Biscione, lo Stelvio. Debutto previsto per il 2020.

Maserati Levante

Il Tridente non si vuole far trovare impreparato quando il nuovo settore (ma già ultra competitivo) sarà consolidato. Tutti i marchi di lusso si stanno muovendo in direzione del suv compatto. Fino a qualche anno fa era impensabile che un marchio premium potesse produrre un suv o un crossover. Invece oggi anche un brand come Ferrari inizia a pensarci seriamente, anche se non rende felici del tutto i “fedeli” della religione Ferrari.

Scelte strategiche. Le stesse – spiega Sergio Marchionne – che hanno portato ad una prima discussione, giudicata positiva, per lo scorporo di Magneti Marelli, oltre che alle allenze strategiche con BMW, Mobileye e Intel per lo sviluppo della guida autonoma. In merito alla separazione del marchio di componentistica, Marchionne ha dischiarato che saranno noti maggiori dettagli nella prima metà del 2018, attraverso un piano di spin-off.

Arriva, invece, una conferma da parte del CEO di FCA: al Salone di Los Angeles (1-10 dicembre) debutterà la nuova Jeep Wrangler. Debutteranno anche un nuovo pick-up sempre di Jeep, mentre qualche mese più avanti arriveranno sia la Jeep Wagoneer che la “mega” Grand Wagoneer. Tutto ciò nel 2018, che si preannuncia intenso per la casa statunitense di proprietà FCA.