I modelli prsentati inversione ibrida sono: CLS, Classe E Coupé e Cabrio AMG 53

Cresce la gamma Mercedes-AMG grazie all’introduzione di tre nuove proposte equipaggiate con un sistema ibrido leggero a 48 Volt. Si tratta dei modelli CLS, Classe E Coupé e Cabrio AMG 53. Per tutte il cuore è un motore sovralimentato a sei cilindri a V di 3,0 litri, accreditato di 435Cv di potenza massima e di un picco di coppia di 520Nm. Tutto questo sarà abbinato a un turbo elettrico in grado di fornire in maniera pressoché istantanea 21Cv e 250Nm aggiuntivi.

Importanti i benefici in termini di consumi. Infatti, le tre vetture hanno consumi combinati compresi tra gli 8,4 e gli 8,5 litri/100 km, con emissioni di CO2 di 200-201 grammi al chilometro. Per quello che riguarda le prestazioni, la CLS 53 4MATIC+ accelera da 0 a 100 km/h in 4,5 secondi. Se dotata dell’opzionale ”Driver’s Package” può raggiungere i 270 km/h di velocità massima. Le Classe E Coupé e Cabrio coprono lo scatto da fermo rispettivamente in 4,4 e 4,5. Le andature di punta possono arrivare a 270 km/h.

La principale novità tecnica risiede nell’adozione di un alternatore-motorino elettrico (EQ Boost) che è installato tra il propulsore a benzina e il cambio. Questo viene alimentato da batterie a 48 Volt rifornite con l’energia cinetica, recuperata in frenata e in decelerazione e, all’occorrenza, dalla rete di bordo. La stessa batteria viene impiegata per far funzionare i servizi a 12 Volt, grazie alla presenza di un trasformatore. Tra le funzioni tipiche delle vetture ibride vi è il riavvio del motore con l’utilizzo dello start/stop e il veleggio in fase di rilascio.

Tra le particolarità tecniche delle AMG 53 da segnalare il cambio Speedshift TCT a nove marce e la trazione integrale a ripartizione variabile denominato 4Matic+ Performance AMG.

”Possiamo offrire ulteriori modelli accattivanti a una categoria di clienti orientati al lifestyle. La nostra gamma si arricchisce di una combinazione innovativa di design sportivo, performance ed efficienza, compiendo un primo passo in direzione dell’ibridazione del futuro”. Così si è espresso Tobias Moers, Presidente del Consiglio di Amministrazione di Mercedes-AMG, in merito alle tre novità.

Gli interni sono arricchiti da finiture lussuose, come è di prassi per le AMG. Infatti prevedono come standard due display ad alta risoluzione da 12,3 pollici che, di fatto, si ”fondono” sulla plancia, sotto una copertura comune di tipo trasparente.

Per quello che riguarda il design, spiccano l’adozione della mascherina del radiatore comune alle V8 (Twin Blade), la grembialatura anteriore di stile cosiddetto A Wing, quella posteriore diffusore. Di rilievo sono anche le mascherine tonde in cromo lucidato a specchio dei doppi terminali di scarico, i rivestimenti sottoporta con la scritta AMG e i badge identificativi del modello.