Ad ottobre continua la crescita del mercato automobilistico italiano. Le immatricolazioni di ottobre 2017 sono maggiori del 7,1% rispetto allo stesso periodo del 2016

Dopo un settembre molto positivo, anche ottobre fa segnare un rialzo delle immatricolazioni. Il ritmo rallenta perché rispetto a settembre la crescita è minore di un punto percentuale. Inoltre è inferiore alla media annuale, +8,85%, ma rimane un trend positivo. Il mese scorso sono state 157.900 le immatricolazioni, facendo segnare per i primi dieci mesi dell’anno 1.692.047 veicoli immatricolati.

Jeep e Alfa Romeo si confermano il motore trainante del gruppo FCA. Nei primi dieci mesi dell’anno sono 489.001 le registrazioni, l’8,2% in più rispetto al pari periodo del 2016. Dati che incoronano FCA leader del mercato con 41.446 immatricolazioni a ottobre e una quota di mercato del 26,3%. Jeep fa segnare un +47,2% grazie soprattutto alla nuova Compass, e Alfa Romeo sale del 10,3% grazie a Giulia e Stelvio. Mese non brillante per il marchio Fiat (-4,4%) e Lancia (-17,6%). Quasi invariata Maserati (-0,4%). Segno negativo anche per Ferrari (-18,2%).

Per quello che riguarda i costruttori stranieri, sale il gruppo Volkswagen dell’1,69%, con Audi (+3,6%) e Seat (+19,77%). Bmw cala sensibilmente del 13% rispetto a ottobre 2016, Mercedes invece cresce del 2,57%. Bene gli asiatici: Toyota a +21,51%, Hyundai a +16,61% e Suzuki a +39,48. Invece per i francesi ottimi risultati per Peugeot (+17,16%), Opel (+6,56%) e Citroen, che sale del 39,7%. Il marchio Renault guadagna quasi un terzo di immatricolazioni in più rispetto a ottobre 2016 (+27,48%).