Anas vuole trasformare l’Autostrada del Mediterraneo (ex A3 Autostrada del Sole) nella prima strada intelligente d’Italia 

Un progetto da 100 milioni di euro operativo dal 2018 che vedrebbe riqualificata l’autostrada passata agli onor di cronaca non certo come un’eccellenza italiana. L’idea è quella di creare lungo la ex A3-Autostrada del Sole un percorso interattivo e connesso per utenti, veicoli e autostrada stessa. Inoltre l’autostrada è già predisposta per la guida autonoma.

Informazioni in tempo reale su limiti di velocità, traffico, pericoli, meteo e luoghi di interesse. Per i 436 chilometri da Fisciano (Salerno) a Villa San Giovanni (Reggio Calabria), il progetto prevede l’installazione di fibra ottica con punti di accesso wi-fi per fornire la connessione in movimento agli automobilisti.

Un progetto che rispetti l’ambiente. È previsto il piazzamento di isole verdi per generare energia rinnovabile e insegne e totem che tramite connessione indicheranno ai viaggiatori luoghi di interesse: da quelli religiosi a quelli culturali, naturalistici ed enogastronomici.

Ma la vera scommessa è sulla guida autonoma. Una vera e propria sfida per l’ormai celebre autostrada, dato che alcuni esperti sono convinti che solo con l’arrivo della tecnologia 5G si potrà assicurare un dialogo perfetto tra veicolo e strada.

Un progetto che potrebbe mettere alle spalle tutti questi anni in cui questa infrastruttura si è guadagnata la fama di eterna incompiuta, trasformandola in un’opera funzionale, innovativa e accessibile a tutti.