ACCENSIONE SENZA CANDELE – Dal 2019 in poi le Mazda inizieranno ad adottare l’inedito motore a benzina Skyactiv-X, studiato per migliorare l’efficienza attraverso una soluzione tecnica inusuale e molto raffinata: l’accensione della miscela aria/carburante avviene infatti per compressione e non attraverso la scintilla delle candele, come di norma per tutti i benzina. Lo Skyactiv-X riprende infatti la principale caratteristica dei motori a gasolio, ovvero l’accensione per compressione, nonostante funzioni a benzina e prometta una maggiore efficienza rispetto a motori analoghi: la coppia aumenta fra il 10% e il 30% rispetto agli odierni Skyactiv-G (nella foto sopra), secondo la Mazda, mentre l’efficienza sarà maggiore fra il 20% e il 30% rispetto agli stessi motori grazie alla combustione super magra. Lo Skyactiv-X consentirà ai tecnici una maggiore libertà nella scelta dei rapporti del cambio, a vantaggio delle prestazioni o dell’economia d’utilizzo. L’accensione tramite compressione della miscela avviene grazie al sistema Spark Controlled Compressed Ignition, che massimizza la zona in cui è possibile innescare la compressione e fa venir meno i problemi accusati finora nello sviluppo di questa tecnologia.