A Shanghai è stata presentata la prima vettura del nuovo marchio appartenente al Gruppo Volvo

Volvo Car Group inizia l’avventura nelle vetture ad alte prestazioni con il nuovo marchio indipendente Polestar, che debutterà nel 2019. La rinominata Polestar 1 è una coupé con carrozzeria in fibra di carbonio, che nel mercato del futuro si posiziona all’interno di un determinato segmento: superibride ed elettriche premium, da comprare esclusivamente online.

Il design di Polestar 1 è stato sviluppato sulle linee della Concept Coupé 2013. Due porte, 2 posti più 2 e una disponibilità limitata a 500 modelli. Il motore della Polestar 1 è un powertrain plug-in hybrid, che fa di lei un’auto elettrica supportata da un motore a combustione interna. Il propulsore è denominato Electric Performance Hybrid, capace di un’autonomia di 150 km in puro utilizzo elettrico: la più estesa autonomia rispetto a qualsiasi altro ibrido disponibile ad oggi.

Il powertrain sprigiona una potenza di 600 CV, con coppia di 1.000 Nm, collocando la Polestar 1 nel segmento delle vetture ad alte prestazioni. Dunque un debutto di carattere, con una vettura ibrida di alta fascia per Polestar che, come dichiarato dai vertici aziendali, in futuro si concentrerà su modelli esclusivamente elettrici.

La Polestar 1 verrà prodotta nell’impianto cinese di Chengdu e sarà caratterizzata dal nuovo sistema di acquisto, in pieno stile Tesla: esclusivamente online. Collegandosi tramite app o visitando il portale dedicato, si può predisporre e completare l’ordine della vettura. Anche il pagamento si discosterà dal tradizionale sistema a rate o saldo totale. Saranno disponibili delle forme di abbonamento di due o tre anni a rata fissa e senza deposito iniziale.

La nuova Polestar 1 è ordinabile dal 17 ottobre 2017. L’Italia è al momento esclusa dalla distribuzione, che nella prima fase riguarderà solo i Paesi con adeguate infrastrutture per il rifornimento elettrico: tra i soliti virtuosi (USA oltreoceano e Paesi Scandinavi nel vecchio continente), sono inclusi ovviamente Svezia e Cina.