L’incremento delle vendite in 4 anni è stato dell’80%, in testa Macan e 911

Anche per Porsche il 2017 in Italia è da incorniciare. E’ stato “un anno record in assoluto” con un volume di vendite “molto buono” che è arrivato a 5.534 unità. La crescita sul 2016 è del 7%. Ma è soprattutto il trend generale sugli ultimi quattro anni che impressiona. Dal 2013 l’incremento delle vendite “è stato dell’80%“, con queste parole si è espresso il direttore generale Porsche Italia, Pietro Innocenti, in occasione dell’Annual Press Meeting.

Il contributo più importante al monte vendite è quello del modello Macan con 2.640 unità e un +4%, seguei la 911 con 938 unità e un +2%. Della sportiva Porsche lo scorso anno dalla linea di montaggio di Zuffenhausen è uscito il milionesimo esemplare. Al terzo posto troviamo la Cayenne con 848 unità nel 2017, ma vendite in flessione del 27%. Il risultato della Cayenne è principalmente dovuto alla fase di transizione dalla seconda alla terza generazione. In quindici anni di storia sono state prodotte 770 mila Cayenne. Risultano essere 557 invece le Porsche 718 vendute.

Tra il lanci dello scorso anno da segnalare è il successo della seconda generazione della Panamera: 551 esemplari venduti con un +270% nei volumi. A metà dello scorso anno è anche arrivata la variante Sport Turismo che, sottolinea Innocenti, “ci sta consentendo di raggiungere una clientela diversa, più giovane“. Di assoluto rilievo è anche la significativa percentuale della motorizzazione ibrida che raggiunge il 35% delle consegne.