La casa cinese Nevs riparte dalla 9-3 della Saab

Si è fatta molto aspettare il nuovo modello della 9-3 di base Saab. La vettura è rinata grazie all’iniziativa dell’azienda cinese Nevs che ne aveva acquistato le attività industriali e una parte dei progetti nel 2012. Il marchio Saab non è più stato utilizzato, se non in ambito del gruppo aeronautico e della difesa Saab AB. La casa cinese ha presentato la versione definitiva della 9-3 completamente e solamente a propulsione elettrica.

La carrozzeria riprende fedelmente quella del modello Saab, solamente rinnovato come era stato rivelato dai due concept che erano stati svelati a inizio 2017. La nuova 9-3 verrà prodotta nello stabilimento di Tianjin, in Cina. Il programma industriale prevede una prima fase di produzione vicina ai 50 mila esemplari l’anno ed una successiva produzione fino a 220 mila unità all’anno.

Il costruttore cinese ha dichiarato che la 9-3 sarà unicamente commercializzata nel mercato interno, dalle informazione offerte dalla Nevs risulta che ci siano stati oltre 150 mila ordini per il nuovo veicolo elettrico. I maggior richiedenti risultano essere numerose società cinesi.

Inoltre, Nevs sta lavorando per sviluppare un progetto più esteso della propria gamma di veicoli: dopo la 9-3 dovrebbero arrivare altre due famiglie di veicoli elettrici. Lo sviluppo di questi nuovi veicoli sarà portato avanti assieme al partner DiDi Chuxing che opera nei ride-sharing. L’azienda DiDi Chuxing prevede entro il 2020 una propria flotta di 1 milione di auto elettriche, sia con autista che con sistema di guida autonoma, per accrescere le proprie proposte.