La Seat Arona presentata al Salone di Francoforte debutterà a dicembre. Nel 2018 lancerà anche la versione a metano

La casa spagnola risponde alle concorrenti e continua nel segmento suv-crossover. La Seat Arona è un crossover compatto architettato sulla piattaforma modulare MQB A0 condivisa con le nuove Seat Ibiza e Volkswagen Polo. È lunga 4,14 metri e mostra delle somiglianze con la Seat Ateca.

La Seat Arona è il primo suv compatto dell’intero gruppo Volkswagen, che si posiziona all’interno di un segmento sempre più in crescita. Stile e tecnologia, la Arona mostra un carattere deciso. Le linee spigolose caratteristiche della casa catalana del frontale e della zona posteriore ricordano la Ateca: danno come risultato un modello con una personalità ben marcata.

Ormai lo standard prevede dimensioni compatte esterne e abitacolo spazioso. La Arona lo rispetta in pieno. Gli interni sono eleganti e funzionali, con materiali di qualità abbinati. La posizione di guida sopraelevata, come ormai gradisce la clientela, è assicurata dalle ruote alte. La capienza del bagagliaio è di 400 litri.

Non mancheranno il sistema d’infotainment e i dispositivi di connessione Apple CarPlay e Android Auto. Il tutto gestibile tramite lo schermo touchsreen da 8″ posizionato al centro plancia. La Arona è dotata dei più evoluti sistemi di sicurezza e assistenza alla guida, come il cruise control adattivo, Front Assist, assistente alle partenze in salita, Park Assist, controllo angolo cieco e rilevamento della stanchezza.

La Arona è solo a trazione anteriore e ha cinque motori: due benzina a tre cilindri 1.0 TSI (95 CV o 115 CV) e un quattro cilindri 1.5 TSI (150 CV); il diesel invece è 1.6 TDI (da 95 CV o 115 CV) e il benzina/metano (90 CV) ordinabile però da metà 2018.

La linea prevede gli allestimenti Reference, Style ed Xcellence con prezzi che vanno da 17mila a 25mila euro, scontati per la fase di lancio di 2.500 euro. Nel corso del 2018 arriverà anche la versione a metano.