Il nome è ancora sconosciuto, ma forse farà riferimento al quartiere El Born di Barcellona

Anche Seat sbarcherà a breve nel segmento delle auto 100% elettriche. La nuova Seat si fonda sulla piattaforma MEB del Gruppo Volkswagen, di cui la Casa di Barcellona fa parte. La piattaforma MEB è stata progettata e realizzata per supportare il mercato green dei prossimi anni.

Secondo quando ha dichiarato Matthias Rabe, vicepresidente di Seat e responsabile per la ricerca e lo sviluppo, la nuova berlina puramente elettrica della Casa spagnola potrebbe arrivare sul mercato nel 2020. Probabilmente sarà il secondo modello nella offensiva EV del Gruppo di Wolfsburg dopo il debutto della Volkswagen ID.

Grazie alla specifica architettura MEB, la nuova Seat avrà dimensioni analoghe a quelle della Leon. La differenza sarà evidente nel comparto della spaziosità interna, che sarà paragonabile a quella di una Volkswagen Passat. A livello di prezzo, secondo AutoExpress, questo inedito modello dovebbe posizionarsi nell’area di Ateca e non lontano da quello della ID Volkswagen. Quest’ultima dovrebbe costare, secondo le anticipazioni della stampa specializzata, come una Golf GTD.

AutoExpress ha anche ricostruito il probabile aspetto della prima Seat EV. Dalla ricostruzione emerge come lo stile non dovrebbe essere rivoluzionato rispetto alla tradizionale fisionomia delle Seat. Ovviamente ci saranno elementi di design specifici per evidenziare l’appartenenza di questo modello al segmento delle auto elettriche.

Non è stata ancora decisa la denominazione, ma Seat sembrerebbe essere favorevole ad utilizzare ancora una volta quella derivata da un luogo. In questo caso, il quartiere trend di Barcellona chiamato El Born. Potremmo quindi ritrovarci fra qualche anno con una Seat chiamata E-Born, cioè “nata elettrica”.