Il primo SUV compatto della Casa di Wolfsburg presentato a fine agosto convince: compatto, colorato e tecnologico. La Volkswagen vuole conquistare il segmento

La Volkswagen è pronta a sbagliare i concorrenti. Lancia il suo primo suv-crossover, il modello del momento, l’auto che molti aspettavano. E allora meglio muoversi in tempo visto che gli altri concorrenti sono già in pista. Seat Arona, Renault Captur, Hyudai Kona, Kia Stonic e Citroen C3 Aircross sono già attivi nel nuovo segmento, strategico e molto appetibile, dei suv-crossover compatti. T-Roc si posiziona in quel segmento e occupa uno spazio fino ad ora libero nella gamma VW.

Adesso la Casa tedesca si pone un obiettivo importante: T-Roc deve diventare best seller di VW al posto della Golf. Il nome non è un caso: T come la fortunata lettera dei cugini più grandi, Tiguan e Touareg; Roc come Rock, cioè roccia, una forma solida e compatta per il nuovo suv di Wolfsburg. T-Roc è basata sulla piattaforma Mqb del Gruppo Volkswagen. La vettura è lunga 4,23 metri, larga 1,81, alta 1,57 e offre una capacità di carico di 445 litri.

Un segnale di rinnovo della strategia VW è dato dalla numerose possibilità di personalizzazione cromatica: undici diverse colorazioni della carrozzeria e quattro colori del tetto. Il carattere accattivante e giovane dei colori viene confermato dagli interni. La dotazione tecnologica e i sistemi di connettività si allineano allo standard tecnologico odierno. Le plastiche un po’ meno, Vw ci ha abituato a ben altro.

Ormai la seduta di guida rialzata è diventata un obbligo per la categoria, permettendo un’ottima visibilità della strada. I motori disponibili sono il benzina 1.0 Tsi da 115 cv e il 1.5 Tsi da 150 cv, entrambi con cambio manuale a sei rapporti, e il diesel 2.0 Tdi da 150 cv 4Motion con cambio manuale a sei rapporti e il doppia frizione Dsg a sette rapporti.

Alta tecnologia a bordo. L’Active Info Display da 8” interamente rivestito in vetro, abbinato al sistema di infotainment e connettività con Car-Net, permettono una gradevole esperienza di guida. Inoltre con il sistema digitale si può gestire il comportamento della vettura in ogni condizione (asfalto, neve, fuoristrada) in funzione di cinque modalità di guida: normale, comfort, sport, eco e individual. Presenti i sistemi di assistenza alla guida come il sistema di controllo perimetrale Front Assist con funzione di frenata di emergenza City e riconoscimento dei pedoni; frenata anticollisione multipla e Lane Assist che aiuta a mantenere la corsia.

L’arrivo in Italia è previsto per l’inizio del 2018, anche se è già disponibile la prevendita. Prezzo base di circa 23.000 euro per la versione 1.0 Tsi da 115 cv a trazione anteriore e in allestimento Style, oppure 34.400 euro per il diesel 2.0 Tdi da 150 cv con Dsg 4Motion nella versione Advanced.