IL CASO Inchiesta in Procura dopo gli esposti dei dipendenti

Muffa e irregolarità: scatta il blitz dell’Asl all’anagrafe centrale

Porte antincendio e macchinari non a norma. E intanto il Comune annuncia i servizi 2.0

Mentre dal Comune si preparano per presentare con tutti gli onori la nuovissima sala d’attesa 2.0, fiore all’occhiello della neo ministra all’Innovazione Paola Pisano, gli ispettori dell’ufficio Spresal dell’Asl 1 fanno “irruzione” in via della Consolata. E il risultato è tutt’altro che positivo.

L’ispezione è avvenuta nella giornata di ieri e ha portato a galla alcune irregolarità, tra cui porte antincendio non a norma di legge, muffa e macchine sigillate. «Stiamo parlando di un edificio storico – commentato da Palazzo Civico -. I tecnici Spresal hanno fatto un’ispezione a cui ne seguirà probabilmente una seconda, dopodiché redigeranno una relazione e, nelle forme previste dalla normativa, comunicheranno eventuali irregolarità».

+++ CONTINUA A LEGGERE NEL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single