Alberto Perino, storico leader del movimento No Tav, dal palco della festa del Movimento 5 Stelle

No-Tav attaccano M5S: “mandati al governo non per snobbarci”

"Questo non era il patto siglato anni fa quando quelli che prima erano No Tav hanno deciso di impegnarsi per i 5 Stelle"

“Grave maleducazione” da parte del governo giallo verde. E’ l’accusa mossa da Alberto Perino, storico leader del movimento No Tav dal palco della festa del Movimento 5 Stelle a Settimo Torinese: “il 5 settembre abbiamo mandato una lettera al presidente del Consiglio Conte e al ministro Toninelli e dopo 9 giorni non ci hanno degnati neanche di mandarci a quel paese. Se pensano che li abbiamo mandati lì per snobbarci, e non rispondere, hanno sbagliato indirizzo”.

DELUSIONE PER IL NO-TAV
Ricordando che ci sono altre elezioni in vista: “Fino ad ora per il Movimento 5 Stelle ci ho messo la faccia, ma continuando su questa strada non ce la metterò più perchè questo non era il patto siglato anni fa quando quelli che prima erano No Tav hanno deciso di impegnarsi per i 5 Stelle”. Prova a gettare acqua sul fuoco Francesca Frediani, consigliera regionale in Piemonte. “Ci stiamo impegnando, noi e i nostri parlamentari. Il governo sta lavorando – sottolinea – speriamo che al più presto arrivino delle risposte. Se non si ferma quest’opera, non mi vedrete mai più su un palco come questo”

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single