Non ti scordar di me

Foto Depositphotos

Ogni anno 50 bimbi muoiono soffocati da cibi o oggetti ingeriti e andati per traverso (fonte Fimp), e 30 di questi hanno meno di un anno. Fra i bimbi fino a 4 anni è la seconda causa di morte dopo gli incidenti stradali. In testa alla classifica dei bocconi più pericolosi ci sono le caramelle, seguite da pezzetti di carne, chicchi d’uva, mozzarelline e gnocchi. In pole position fra gli oggetti rischiosi ci sono le monete e i palloncini sgonfi.

Il rimedio salvavita in questi casi è la compressione addominale, detta “manovra di Heimlich”, ma in pochi la conoscono, e meno ancora hanno il coraggio e la capacità di attuarla correttamente. Lo Stato ha forse fatto corsi pubblici obbligatori per insegnarla? Mai. Detto ciò, sapete quanti sono i bebè che muoiono soffocati perché dimenticati per ore in macchina, magari al sole, da genitori distratti convinti di averli scaricati al nido?

Nove in vent’anni. L’ultimo a Catania, due mesi fa. Ma hanno fatto più impressione questi nove dei mille soffocati nello stesso periodo dal cibo, tanto che il governo ha emanato una legge (la n.117/2018, fortemente voluta dai grillini) che rende obbligatorio il seggiolino ad allarme automatico. Doveva entrare in vigore il 6/3/2020, e invece l’obbligo è scattato l’altro ieri.

Panico fra i genitori. Manca la circolare con le specifiche tecniche. Mancano i seggiolini. Ma anche se i vigili saranno tolleranti (e chi lo garantisce?), in caso d’incidente le compagnie d’assicurazione potranno rifiutare il risarcimento. Il solito pasticcio all’italiana, stavolta alla grillina. Il pentastellato si entusiasma per ogni attrezzo destinato al sedere: che sia seggiolino o poltrona, lo fa uscire di testa.

collino@cronacaqui.it

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single